Lingue di gatto

Adoro questi biscottini! E quando ho trovato il modo di farli in casa le ho provate al volo! In più è una ricetta salva albumi, cosa che non guasta! Vi riporto anche le piccole “linguette” disastrate, che ho fatto con la bocchetta piccola della mia siringa nuova, con cui non avevo molta dimestichezza, e noterete che per quanto fossero storte e tremolanti, una volta cotte sono carine ugualmente!

Ingredienti:

  • Due albumi;
  • 50 gr zucchero a velo;
  • 50 gr farina;
  • 50 gr di burro a pomata.

Utensili:

  • Un cucchiaio di legno;
  • Una ciotola;
  • Una siringa o una sacca da pasticcere
  • Fruste elettriche.

Preparazione:

Montiamo zucchero e burro sino a ottenere un composto morbido e chiaro.

Aggiungiamo la farina setacciata, tutta in una volta e rimestiamo sino a completo assorbimento. Montiamo a neve ferma gli albumi e li aggiungiamo al composto, incorporando prima un cucchiaio, lavorando il composto con movimenti circolari, quindi aggiungiamo un cucchiaio per volta e incorporiamo con movimenti dal basso verso l’alto.

Otterremo una cremina morbida e soda, la trasferiamo in una siringa da pasticcere con la boccuccia media o nella sacca da pasticcere e creiamo dei salsicciottini sulla teglia, lasciando un pò di spazio, perchè si allargheranno in cottura. In forno, 200° per circa 10 minuti, o sino a quando i bordi non si coloreranno.

Queste sono le prime che ho fatto, non avranno la forma classica e omogenea, però personalmente le ho trovate carine ugualmente!

Poi ho cambiato boccuccia, usandone una un pò più grande, e ho ottenuto una forma più simile a quella classica.

Una volta cotte, lasciatele raffreddare su una gratella di modo che diventino croccanti (se risultassero ancora un pò morbide, rimettetele in forno qualche minuto) e conservatele poi in un barattolo di latta, di modo che non prendano aria.

Annunci

Crema pasticcera

Questa ricetta la conosco da sempre, quando ero piccola il mio compito era di girare la crema e stare attenta che non si attaccasse! Non ci ha mai deluso ed è facilmente aromatizzabile con una scorza di arancia o di limone da aggiungere prima di metterla a raffreddare o anche una goccia di aroma.

La cosa più interessante di questa ricetta è il fatto che si utilizza un solo uovo.

Ingredienti:

  • Un uovo;
  • Due cucchiai colmi di farina;
  • Otto cucchiai zucchero;
  • 470 – 500 ml latte. *

* se doveste usarla per riempire delle brioche o cornetti, o vi serve davvero soda, utilizzate 450 ml di latte.

Utensili:

  • Un pentolino per scaldare il latte;
  • un pentolino per la crema;
  • una frusta;
  • un cucchiaio di legno.

Preparazione:

Mettiamo a riscaldare il latte e nel pentolino scelto per la preparazione della crema mettiamo la farina e lo zucchero e rimestiamo col cucchiaio di legno per rimuovere i grumi. Rompiamo l’uovo e amalgamiamo a formare una cremina omogenea, quindi aggiungiamo il latte a filo, sempre mescolando. Portiamo il pentolino sul fuoco, fiamma media e mescoliamo continuamente.

Dopo qualche minuto, noterete sul cucchiaio un piccolo “accumulo” di crema. Un piccolo trucco che mi ha sempre aiutata a farla addensare prima. Spostate il pentolino dal fuoco e rimestatela energicamente con la frusta, per pochi secondi, quindi riportate tutto sul fuoco e rimestate col cucchiaio di legno. Questa operazione si potrebbe ripetere un paio di volte.

Quando la crema è morbida e densa, possiamo spegnere la fiamma, aggiungere eventuali aromi e mettere a raffreddare.

Maialini salati

Ogni settimana Pane Angeli pubblica sul sito la ricetta della settimana. Sono rimasta colpita da questa ricetta, per la semplicità d’esecuzione e per la simpatia della forma. La ricetta originale era in versione dolce, io ho provato quella salata.

La prossima volta credo li farò un pò più sottili, uno ha perso le orecchie in cottura, ma per il resto, sono spariti in un attimo!

Ingredienti:

Per una decina di maialini

  • 250 gr farina 00;
  • 110 ml latte tiepido;
  • 1 cucchiaino sale;
  • 1 uovo;
  • mezzo cucchiaino di zucchero;
  • mezza bustina lievito di birra secco (o mezzo cubetto di ldb fresco);
  • 100 gr prosciutto cotto;
  • Formaggio filante per pizza o sottilette;
  • Qualche oliva;
  • Un cucchiaino di maionese.

Utensili:

  • Un taglia pasta rotondo o un bicchiere;
  • Un tappo di plastica;
  • Una cannuccia;
  • Un pennellino da cucina;
  • Una ciotola capiente;
  • Un mattarello;
  • Tanta pazienza per sistemare gli occhietti!

Preparazione.

Setacciamo la farina nella ciotola, quindi mescoliamo bene il lievito. Facciamo la fontana e al centro mettiamola metà dell’uovo sbattuto, lo zucchero e il sale.

Lavoriamo con la forchetta sino a incorporare l’uovo, prima di aggiungere poco per volta il latte appena tiepido. Lavoriamo sempre con la forchetta, cercando di incorporare quanta più farina possibile.

Quando il composto risulta simile a quello riportato in foto, ossia sbricioloso e difficile da lavorare con la forchetta, ci spostiamo sul piano, bagnamo il composto sino a ottenere una pasta liscia e morbida, che lavoriamo con i palmi delle mani, allungandola e compattandola per un paio di volte, prima di metterla a lievitare per un oretta e mezzo in un luogo caldo o in forno spento (acceso poco prima a 40°) con la luce accesa.

A questo punto prendiamo una porzione di pasta, la stendiamo ad uno spessore di 3mm circa e cominciamo a tagliare dei cerchi col tagliapasta, con il tappo ricaviamo un cerchio che allunghiamo ai lati coi pollici per il naso e per le orecchie tagliamo due triangoli.

Sul naso, pratichiamo due forellini con la cannuccia, quindi prendiamo un cerchio e sistemiamo il ripieno, io ho utilizzato prosciutto e formaggio, consiglierei l’uso di ripieni poco liquidi o che non creino troppa acqua in cottura, ad esempio, sconsiglierei la mozzarella. Bagnamo i bordi e chiudiamo con l’altro cerchio. Bagnamo il “naso” e lo sistemiamo sul facciotto, prima di attaccare le orecchie.

Per evitare che le narici si chiudano in cottura, io ho usato dei “cilindrini” fatti con la carta forno, ma anche della stagnola andrà bene.

Pennelliamo con il rimanente uovo sbattuto e inforniamo a 180° per circa mezz’ora, sistemandoli nella parte appena sopra la metà del forno.

Nella foto si vede la crescita repentina che hanno avuto prima che li mettessi in forno, però per fortuna, la forma non ne ha risentito!

Tagliamo le olive per creare gli occhietti e li sistemiamo con della maionese appena i facciotti si son raffreddati (io li ho fatti un pò “strani” perchè non son riuscita a ricavare dei cerchietti). Leviamo la carta forno dal nasino e serviamo!

Come ti salvo una torta!

(O ti riciclo gli avanzi)

Nel post precedente vi ho proposto la torta allo yogurt, che proprio quella volta, non è uscita come speravo. Parlando con mia madre mi è venuta un idea per “riciclarla” o renderla più golosa, ossia farne una sorta di tiramisù!

Io ho usato una crema di latte, ma potete usare anche una crema pasticcera, della panna o della crema al mascarpone.

Per la crema di latte:

  • 200 ml latte
  • 2 cucchiai zucchero
  • 2 cucchiai di farina
  • un brick piccolo di panna da montare (200 ml)

Riscaldiamo il latte e lavoriamo zucchero e farina per eliminare i grumi. Aggiungiamo il latte e a fuoco basso rimestiamo la base sino ad ottenere una crema meno liquida. La facciamo raffreddare, quindi montiamo la panna e incorporiamo alla base facendo attenzione a non smontarla troppo (Solitamente io aggiungo un cucchiaio di panna e rimesto, di modo da ammorbidire la base, prima di aggiungere quella che rimane).

Per quanto riguarda la torta, quella che ho usato l’avevo in freezer, tagliata a fettine di mezzo centimetro e messe a congelare in un recipiente; la bagniamo con del caffè zuccherato o del succo di frutta con del liquore, possiamo sbizzarrirci, e alterniamo con della crema, come un tiramisù.

L’ultimo strato lo spolveriamo con del cacao in polvere. Lo lasciamo in frigo per qualche ora e serviamo.

Io ho preferito preparare delle coppette singole, per comodità, ma nulla ci vieta di farne una vero e proprio tiramisù alternativo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: