Biscottini

Una mattina mi son messa all’opera per utilizzare una dose di crema pasticcera, difatti misi le manine in pasta preparando le veneziane e questi biscottini presi direttamente dal sito Paneangeli . La crema può essere sostituita da marmellata o nutella. Lo stesso vale per le forme, si possono usare anche dei cuori, dei fiori o dei cerchietti, se volete farli “doppi”, l’importante è che siano di due misure diverse, uno grande e uno piccolo.

Ingredienti:

  • 200 gr di farina 00;
  • 80 gr di zucchero a velo o Zefiro;
  • 1 uovo;
  • 100 gr di burro morbido;
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci;
  • zucchero a velo per spolverizzare i biscotti;
  • cioccolato fuso*;
  • crema pasticcera*;
  • marmellata*;
  • nutella*.

* facoltativi, per farcire e decorare i biscottini.

Utensili:

  • Formine per biscotti;
  • Mattarello;
  • Setaccio.

Preparazione:

Setacciamo farina e lievito sul piano di lavoro, creiamo un buco al centro e mettiamo il burro a pezzetti. Lavoriamo coi polpastrelli, sino a ottenere un impasto farinoso, quindi ricreiamo la fontana e rompiamo l’uovo al centro. Incorporiamo anche questo e lavoriamo l’impasto sul piano poco infarinato, sino a ottenere una palla liscia, che avvolgeremo nella pellicola e riporremo a riposare in frigorifero per un’ora.

Prendiamo una porzione di impasto, infariniamo il piano e stendiamo col mattarello una sfoglia spessa 3 mm circa, quindi ci divertiamo con le nostre formine! Io ho usato le stelline e dei cuoricini, con le stelle ho fatto i biscotti doppi, mentre i cuoricini e alcuni ritagli delle stelline li ho lasciati singoli, essendo piccini.

Sistemiamo i biscottini su una teglia coperta da carta forno, prima di infornare, rimettiamo l’impasto avanzato in frigo, avvolto nella pellicola.

Inforniamo per una decina di minuti a 180° (in forno a gas a metà, in forno elettrico nella parte poco più in basso), prima di sfornare controlliamo che siano ben cotti sotto.

Sfoniamo e dopo qualche minuto sistemiamo a raffreddare in un vassoio, prima di riprendere la pasta che avevamo riposto in frigo per poterla stendere e ricavare gli altri biscotti. Controlliamo le “coppie” e cominciamo a farcirle.

Io ho messo un cucchiaino raso di crema nella stella grande, coprendo poi con quella piccina e facendo una leggera pressione, di modo che si unissero bene. Quelli piccini invece, li ho intinti per metà in un pò di cioccolato fuso al latte, questi li ho fatti raffreddare su un vassioio coperto da carta forno, in frigo, di modo che il cioccolato si rapprendesse.

Spolverizziamo con zucchero a velo quelli doppi, e buona merenda!

Annunci

Macine

Ricetta presa dal sito della Mulino Bianco (confrontata con quella segnata su un pezzetto di carta su cui annotai le dosi scritte sulla busta dei biscotti durante la colazione) e vi dirò che sono deliziose! Belle panciute e vi direi “grasse” ma perchè non saprei come altro definirle! Unica cosa, modifico un pò la ricetta perchè mentre le facevo mi son resa conto che c’era davvero troppo burro.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00;
  • 50 gr di fecola;
  • 150 gr di zucchero a velo o zefiro;
  • 80 gr di burro fuso;
  • 60 gr di margarina fusa*;
  • 1 uovo;
  • 5 cucchiai di panna;
  • un pizzico di sale;
  • aroma alla vaniglia a piacere o vanillina;
  • una bustina di lievito.

Utensili:

  • Una ciotola;
  • Un mattarello;
  • Un cucchiaio di legno;
  • Una forchetta.

Preparazione:

Setacciamo la farina nella ciotola, mescolata con la fecola e il lievito, aggiungiamo anche lo zucchero e rimestiamo un momento con la forchetta. Aggiungiamo il burro e la margarina, la panna e l’uovo.

Rimestiamo con la forchetta sino a ottenere un impasto sbricioloso, e a quel punto ci spostiamo sul piano e impastiamo velocemente con le mani sino a ottenere una palla. Io l’ho fatta riposare una mezz’oretta in frigo, di modo che fosse più maneggiabile. A questo punto, prendiamo una parte dell’impasto e formiamo una palletta, la schiacciamo un pò con il palmo della mano e col manico del cucchiaio di legno, pratichiamo un foro al centro. Così per tutte gli altri biscotti.

In forno a 180° nella parte appena sopra la metà, per circa 15 minuti. Fate attenzione quando le sfornate sono molto delicate, rimuovetele dalla teglia con una spatola e fatele raffreddare su un vassoio o sulla gratella (solitamente uso quella del forno, la sistemo sopra un contenitore in plastica di modo che abbia spazio libero sotto). Vi avviso che crescono tantissimo! Le mie erano enormi! E squisite con una bella tazza di latte caldo!

Lingue di gatto

Adoro questi biscottini! E quando ho trovato il modo di farli in casa le ho provate al volo! In più è una ricetta salva albumi, cosa che non guasta! Vi riporto anche le piccole “linguette” disastrate, che ho fatto con la bocchetta piccola della mia siringa nuova, con cui non avevo molta dimestichezza, e noterete che per quanto fossero storte e tremolanti, una volta cotte sono carine ugualmente!

Ingredienti:

  • Due albumi;
  • 50 gr zucchero a velo;
  • 50 gr farina;
  • 50 gr di burro a pomata.

Utensili:

  • Un cucchiaio di legno;
  • Una ciotola;
  • Una siringa o una sacca da pasticcere
  • Fruste elettriche.

Preparazione:

Montiamo zucchero e burro sino a ottenere un composto morbido e chiaro.

Aggiungiamo la farina setacciata, tutta in una volta e rimestiamo sino a completo assorbimento. Montiamo a neve ferma gli albumi e li aggiungiamo al composto, incorporando prima un cucchiaio, lavorando il composto con movimenti circolari, quindi aggiungiamo un cucchiaio per volta e incorporiamo con movimenti dal basso verso l’alto.

Otterremo una cremina morbida e soda, la trasferiamo in una siringa da pasticcere con la boccuccia media o nella sacca da pasticcere e creiamo dei salsicciottini sulla teglia, lasciando un pò di spazio, perchè si allargheranno in cottura. In forno, 200° per circa 10 minuti, o sino a quando i bordi non si coloreranno.

Queste sono le prime che ho fatto, non avranno la forma classica e omogenea, però personalmente le ho trovate carine ugualmente!

Poi ho cambiato boccuccia, usandone una un pò più grande, e ho ottenuto una forma più simile a quella classica.

Una volta cotte, lasciatele raffreddare su una gratella di modo che diventino croccanti (se risultassero ancora un pò morbide, rimettetele in forno qualche minuto) e conservatele poi in un barattolo di latta, di modo che non prendano aria.

Biscotti al latte e caffè

Una ricetta scovata girovagando su internet, la versione originale è di Anna Moroni, ma io ci ho messo qualcosa di mio! Sono dei biscottoni da colazione, da pucciare nel latte o da accompagnare a del caffè.

Ingredienti:

  • 500 gr farina;
  • 100 gr margarina (o burro morbido);
  • 150 gr di zucchero;
  • 120 gr (circa) di latte;
  • qualche goccia di aroma alla vaniglia;
  • 2 cucchiaini caffè solubile o mezza tazzina di caffè;
  • 1 pizzico di sale;
  • 2 cucchiaini di lievito.

Utensili:

  • Due ciotole;
  • Forchetta;
  • Pennellino da cucina.

Preparazione:

Setacciamo la farina in una ciotola, aggiungiamo la margarina, lo zucchero e il latte e lavoriamo con una forchetta. Quando l’impasto è ancora “sbrisoloso”, ne prendiamo circa metà e la sistemiamo in un altra ciotolina, aggiungendo il caffè (nel caso del solubile, ne sciogliamo due cucchiaini in un bicchierino di latte), mentre nell’altro aggiungiamo la vaniglia.

Setacciamo nei due impasti un cucchiaino di lievito, uno per impasto, quindi riprendiamo a lavorare l’impasto con le mani, bagnandolo con un pò di latte, sino a ottenere un panetto compatto, ma morbido.

Prendiamo una palletta d’impasto e la lavoriamo con le mani, sino a ottenere un salsicciotto, che sistemiamo su una teglia coperta con carta forno. Prima di infornare, pennelliamo i biscotti con del latte quelli bianchi, e con del caffè gli altri, quindi inforniamo a 180° per 10-15 minuti, sistemando la teglia nella parte centrale del forno.

Io ho fatto la mezza dose, e ne ho riempito una teglia. Si conservano per qualche settimana in un barattolo di latta ben chiuso, e sono deliziosi col latte, non posso dire col the, in quanto a me non piace!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: