Macine

Ricetta presa dal sito della Mulino Bianco (confrontata con quella segnata su un pezzetto di carta su cui annotai le dosi scritte sulla busta dei biscotti durante la colazione) e vi dirò che sono deliziose! Belle panciute e vi direi “grasse” ma perchè non saprei come altro definirle! Unica cosa, modifico un pò la ricetta perchè mentre le facevo mi son resa conto che c’era davvero troppo burro.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00;
  • 50 gr di fecola;
  • 150 gr di zucchero a velo o zefiro;
  • 80 gr di burro fuso;
  • 60 gr di margarina fusa*;
  • 1 uovo;
  • 5 cucchiai di panna;
  • un pizzico di sale;
  • aroma alla vaniglia a piacere o vanillina;
  • una bustina di lievito.

Utensili:

  • Una ciotola;
  • Un mattarello;
  • Un cucchiaio di legno;
  • Una forchetta.

Preparazione:

Setacciamo la farina nella ciotola, mescolata con la fecola e il lievito, aggiungiamo anche lo zucchero e rimestiamo un momento con la forchetta. Aggiungiamo il burro e la margarina, la panna e l’uovo.

Rimestiamo con la forchetta sino a ottenere un impasto sbricioloso, e a quel punto ci spostiamo sul piano e impastiamo velocemente con le mani sino a ottenere una palla. Io l’ho fatta riposare una mezz’oretta in frigo, di modo che fosse più maneggiabile. A questo punto, prendiamo una parte dell’impasto e formiamo una palletta, la schiacciamo un pò con il palmo della mano e col manico del cucchiaio di legno, pratichiamo un foro al centro. Così per tutte gli altri biscotti.

In forno a 180° nella parte appena sopra la metà, per circa 15 minuti. Fate attenzione quando le sfornate sono molto delicate, rimuovetele dalla teglia con una spatola e fatele raffreddare su un vassoio o sulla gratella (solitamente uso quella del forno, la sistemo sopra un contenitore in plastica di modo che abbia spazio libero sotto). Vi avviso che crescono tantissimo! Le mie erano enormi! E squisite con una bella tazza di latte caldo!

Biscotti di Halloween

Questi biscotti erano soliti fare la loro comparsa solo a Natale, con le formine in tema e le decorazioni di glassa di zucchero, tanto per restare nel contesto della “leggerezza” natalizia. Il caso ha voluto che un giorno io e mia madre ci imbattessimo in un set di formine dedicate ad Halloween, e quindi non potevo far altro che proporre questi biscotti anche ad Ottobre. Vi assicuro che sono semplicissimi da realizzare, e sono quei biscotti che ho citato nella pagina Q.B.quanto??, in merito alla farina.

Ingredienti:

  • 400 gr farina;
  • 125 gr burro morbido;
  • 125 gr zucchero;
  • 2 uova;
  • 1 bustina di vanillina (o qualche goccia dell’aroma che preferite, io ho usato l’aroma di vaniglia);
  • 1 bustina di lievito.

Utensili:

  • Mattarello;
  • Formine;
  • Pellicola da cucina;
  • Carta forno.

Preparazione.

Setacciamo 350 gr di farina a cui abbiamo aggiunto il lievito sul piano di lavoro, e creiamo la “fontana”, ossia infiliamo le dita al centro del mucchio e creiamo uno spazio all’interno del quale mettiamo il burro a pezzetti. Cominciamo a rimestare, quindi ricreiamo una piccola fontana, e rompiamo in questa il primo uovo. Impastiamo rapidamente, prima di aggiungere il secondo uovo. Avremo tra le mani una pasta morbida, che tende a sbriciolarsi.

A questo punto, teniamo sempre il piano infarinato usando i 50 gr di farina che abbiamo tenuto da parte, vi consiglierei di infarinarvi anche le dita, così l’impasto non si appiccica troppo. Cominciamo a impastare il composto. Usando i palmi delle mani, stiriamo la pasta ai lati, quindi la ripieghiamo a formare un panetto e ripetiamo i movimenti. Non appena la pasta risulta soda e liscia, la avvolgiamo nella pellicola da cucina e la poniamo a riposare mezz’ora in frigorifero.

Nel frattempo, cominciamo ad accendere il forno a 180° e foderiamo la teglia con la carta da forno.

Infariniamo due zone del piano di lavoro, in una poniamo il panetto di pasta, l’altra sarà quella dove stenderemo una parte dell’impasto e tagliaremo i biscotti. Lavoriamo inizialmente la porzione di pasta con le mani, prima di stenderla col mattarello, a uno spessore di circa mezzo centimetro, quindi cominciamo a creare i dolcetti usando le formine che vogliamo. In questo caso, ho usato quelle col tema di Halloween, la zucca, il fantasmino, il micio e quella che io chiamo la formina di Batman, ossia il pipistrello. Sistemiamo i biscotti mano a mano che li tagliamo sulla teglia, lasciando un pò di spazio, ma senza preoccuparci tantissimo, quindi inforniamo per dieci minuti a 180° (in forno elettrico o ventilato, sul piano appena sotto la metà del forno, in forno a gas, in quello appena superiore), controllando prima di sfornare, che siano ben dorati sotto.

A questo punto li sistemiamo in un vassoio, così che quando saranno ben freddi, potremo glassarli. (Solitamente li faccio la sera, così la mattina dopo posso glassarli, e la sera posso aggiungere eventuali particolari o dettagli).

Plum cupcakes

Nati per caso un sabato sera gelido, mentre ero a casa da sola e avevo una voglia matta di cupcakes! Ho ottenuto dei plumcakes che di base hanno la ricetta delle cupcakes.

Una regola non scritta per la ricetta delle cupcakes recita che gli ingredienti debbano semplicemente avere lo stesso peso, perciò possiamo modificare la ricetta in base al quantitativo di burro, o farina, o zucchero a disposizione. Con meno di 100 grammi per ingrediente, però, consiglierei di usare un solo uovo; con più di 200 grammi ne usiamo tre, e così via – per ogni cento in aggiunta, mettiamo un uovo in più.

Ingredienti

  • 120 gr.di burro a temperatura ambiente;
  • 120 gr.di zucchero semolato (oppure Zefiro, se lo avete);
  • 120 gr.di farina;
  • due cucchiaini di lievito per dolci;
  • due uova;
  • qualche goccia di aroma di vaniglia (o qualsiasi altro aroma di vostro gusto);
  • due cucchiai di latte.

Utensili

  • Una ciotola di medie dimensioni;
  • una ciotolina per la farina;
  • un mestolo di legno;
  • pirottini (io ho usato quelli per muffin, ma a voi la scelta della dimensione);
  • una teglia per muffin;
  • un setaccio

Preparazione

Lavoriamo burro e zucchero nella ciotola, montandoli sino a ottenere un composto chiaro e soffice. Setacciamo la farina nell’altra ciotola, aggiungendo il lievito.

Aggiungiamo al composto di burro e zucchero un uovo e un cucchiaio di farina, quindi lavoriamo bene il composto, incorporando gli ingredienti, e allo stesso modo con l’altro uovo. La farina ci serve a far legare più velocemente uovo e burro, visto che quest’ultimo tende a dare qualche problema quando si tratta di incorporare composti umidi.

Aggiungiamo le gocce di essenza – non più di tre per queste dosi – e dopo aver lavorato il composto versiamo la farina (tutta in una volta) e la incorporiamo bene. Dobbiamo ottenere un composto soffice e leggero, non troppo liquido; in caso contrario aggiungiamo un cucchiaio di latte e rimestiamo. Due cucchiai di latte sono stati più che sufficienti; ma se vi capitasse, incorporate un cucchiaio per volta. Dobbiamo testare la consistenza, perché può variare in base alla dimensione delle uova e alla consistenza del burro.

A questo punto sistemiamo i pirottini nella teglia per muffin e li riempiamo per bene. Se non avete la teglia potete sistemarli in una teglia da forno, ma in questo caso riempite i pirottini solo per tre quarti, dato che l’impasto tende a gonfiarsi. Inforniamo per 25-30 minuti in forno a 180° in forno a gas o ventilato, oppure a 190°-200° in forno elettrico.

Quando diventano belli gonfi, per controllare la cottura, fate la prova dello stecchino, infilandolo al centro di un tortino e sfilandolo; se risulta asciutto e pulito, allora sono pronti. Fate raffreddare per qualche minuto nella teglia prima di sformarli.

Con questa dose me ne sono usciti sei belli grandi, e uno piccolo che ho usato come assaggio.

Vi consiglierei di usare la bagna al caffè e rhum, che rimane delicata e profumata e si sposa bene con la consistenza del dolce. Io ho usato un pennellino per dolci per bagnare i dolcetti, mi raccomando di non esagerare, vi consiglierei di colorarli appena, così da non alterarne la consistenza e non renderli troppo appiccicosi.

Se invece voleste decorarli come le classiche cupcakes, con la glassa reale o la crema, vi consiglierei di non riempirli tantissimo, ma di limitarvi a poco più di metà pirottino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: