Gnocchi di semola

Durante la mia vacanza a casa, in Sardegna, mia madre mi ha insegnato a preparare questa pasta di semola, che poi ho rifatto anche tornata a casa, in versione “bianca” e “gialla” (con lo zafferano). Ma veniamo alla ricetta, poi vi spiego come ho preparato entrambe le varianti, con una sola dose.

Ingredienti:

  • 300 gr di semola fine;
  • 1 uovo;
  • acqua q.b. (io ho utilizzato circa un bicchiere in totale);
  • sale;
  • farina;
  • zafferano (se li volete fare gialli);
  • concentrato (non li ho provati con questo, ma avendo provato la pasta all’uovo, secondo me è possibile farli “rossi”).

Utensili:

  • una ciotola;
  • un bicchiere;
  • un coltello;
  • un arriccia gnocchi.

Preparazione:

In una ciotola mettiamo la semola e l’uovo, e lavoriamo con la forchetta, sino a ottenere un impasto farinoso. A questo punto, le foto le ho scattate durante la preparazione degli gnocchi “gialli”, ma quando li ho rifatti, a questo punto ho pesato l’impasto e l’ho diviso a metà. Ho preso due bicchieri, riempiti per metà con dell’acqua tiepida e sciolto il sale in entrambe, e in uno ho aggiunto dello zafferano, meno di mezza bustina. Da qui in poi il procedimento è lo stesso, per entrambi gli impasti.
Aggiungiamo poco per volta l’acqua, e lavoriamo ancora nella ciotola, con la forchetta. Quando l’impasto risulta difficile da lavorare con la forchetta, ci spostiamo sul piano.
 Allunghiamo la pasta sul piano col dorso della mano e la riprendiamo, aggiungendo poco per volta l’acqua, sino a ottenere un impasto liscio e sodo (considerate che deve essere morbido ma non troppo, di una consistenza che permetta di formare gli gnocchi).
A questo punto, prendiamo una noce d’impasto e creiamo un salsicciotto, da questo ritagliamo dei cubetti, che passiamo in un velo di farina, di modo che non si attacchino tra loro.
Teniamo fermo l’arriccia gnocchi e schiacciamo il cubetto col pollice, accompagnandolo in avanti, di modo da formare lo gnocco. Considerate che più largo è il cubetto, più cicciotta sarà la forma dello gnocco.
Quando ne abbiamo una bella manciatina, li sistemiamo in un vassoio o un piatto con un velo di farina, e se li volete tenere in freezer, li congeliamo prima sul vassoio e poi li sistemiamo in una bustina da freezer.
Io li ho conditi con del sugo al basilico e con del sugo alla carne, ma credo che siano abbastanza versatili!

Aperitivi alla pizza

Premetto che la prossima volta che li preparo, farò la doppia dose, perchè quando li ho provati ce li siamo mangiati in 5 minuti. Uno tira l’altro! E accompagnati a una bevanda da aperitivo, sono sublimi. Io li ho provati col Martini soda, ad esempio.

Ingredienti:

  • 180 gr di farina;
  • 70 gr di parmigiano grattuggiato;
  • 80 gr di burro non troppo freddo;
  • un cucchiaio di Ketchup;
  • un cucchiaino di concentrato di pomodoro;
  • mezzo cucchiaino di origano,mezzo cucchiaino di sale;
  • Olio, sale e origano per pennellare.

Utensili:

  • Una ciotola;
  • pellicola da cucina;
  • mattarello;
  • taglia pasta o rotella per pizza;
  • pennellino da cucina.

Preparazione:

Setacciamo in una ciotola la farina, aggiungiamo l’origano, il sale e il formaggio, e rimestiamo il tutto con una forchetta. Tagliamo il burro a tocchetti piccoli, e dopo averlo lasciato a temperatura ambiente per circa 15 minuti, lo aggiungiamo all’impasto, e lo incorporiamo alla farina prendendo parte del composto e “sfregandolo” tra il pollice e le dita, questo sino a quando non sbricioliamo ogni tocchetto nell’impasto.

Aggiungiamo il ketchup e cominciamo a lavorare con le mani, vedrete che piano piano diventerà compatto. Quando comincia a compattarsi, aggiungiamo il concentrato di pomodoro, lavoriamo sino a farlo incorporare e formiamo la palla, che avvolgeremo nella pellicola per riporla in frigo per 20 minuti circa.

Intanto, accendiamo il forno a 180°. Una volta riposato l’impasto, ne prendiamo una parte e lo stendiamo non troppo sottile, ricaviamo un quadrato e tagliamo delle striscioline. Potete sbizzarrirvi con le forme e le dimensioni, ad esempio io ho fatto qualche strisciolina arrotolata, alcune larghe, altri sottili e lunghe, poi mi son nate due “roselline” arrotolando la pasta di scarto (e messe in forno!), e ho fatto anche dei cornettini.

Per i cornettini, ritagliamo dei triangoli e stendiamo la pasta sottile, quindi prendiamo ad arrotolare dalla base sino alla punta.Una volta sistemati sulla teglia, pennelliamo con dell’olio, aggiungiamo sale e origano e inforniamo a 180° per circa 15 minuti (controllate che siano dorati sotto).

Appena sfornati posso sembrare mollicci, ma lasciateli raffreddare per qualche minutino e si compatteranno.

Che altro dire, buon aperitivo!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: